Londra, Inghilterra, Ottobre 2016.

Londra è un luogo che mi porto dentro il cuore. Una città che mi ha letteralmente incantato, metropoli immensa che però mi risulta davvero familiare, come se la conoscessi da una vita. Non nego che mi passa per la testa da diversi anni l’idea di spostare la mia “base”, ma per adesso è meglio non entrare nell’argomento.

Questo viaggio è stato organizzato da me e Carolina, principalmente per puro piacere, soprattutto per festeggiare il mio compleanno, e per svolgere anche qualche lavoro su commissione come ad esempio gli scatti visualizzabili nella galleria a fine articolo per gli orologi di Locman.

Essere sotto al Big Ben e sentire i rintocchi della mezzanotte per il mio compleanno è stato uno dei più “regali” belli che abbia mai ricevuto (idea di Carolina).

Il particolare più bello di questa metropoli è l’ Underground, estremamente affascinante, che permette di vivere la città ed entrarci a pieno contatto come un tipico Londinese. Per quanto anche gli altri mezzi di trasporto pubblici siano veramente comodi e ben organizzati, e non come quì in Italia che bisogna pregare per poter spostarsi da un luogo all’altro (meglio chiudere questa piccola parentesi), la Metro ti permette di raggiungere qualsiasi zona in maniera istantanea. La bellezza è proprio quì secondo il mio parere. Essendo una città totalmente varia ad ogni fermata ci si ritrova con atmosfere ed una situazioni totalmente diverse nel giro di minuti, e per un fotografo potete capire quanto possa essere piacevole e stimolante considerando che Londra è un Melting Pot che accomuna tutte le culture del mondo.

In questo viaggio con Carolina abbiamo cercato di organizzare le tappe per riuscire a visitare tutti i principali luoghi di interesse che ci siamo persi nello scorso viaggio, ed al tempo stesso cercare di vivere la città più a stretto contatto possibile e meno come turisti. Purtroppo è impossibile descrivere il tutto nei minimi particolari, perciò vi lascio con il video diario e gli scatti per farvi rivivere la nostra esperienza.

Articolo di Carolina, ” Una Londra… a pellicola.

 

• • •